Alcol e droghe alla guida, il grido d’allarme del Movimento Italiano Genitori

La campagna “Mano al volante, occhio alla vita” promossa dal Moige, Movimento Italiano Genitori, con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche antidroga, è stata presentata recentemente a Roma. L’attenzione è stata posta sull’educazione stradale con particolare attenzione sui rischi che derivano dal consumo di alcol e droghe, troppo spesso causa di incidentalità. Con l’occasione è stata presentata un’indagine sulla percezione del rischio del mettersi alla guida in condizioni psicofisiche alterate. La ricerca è stata svolta dall’Istituto Piepoli su un campione di 1.518 persone ed ha coinvolto 10 regioni italiane. Il 39% dei genitori, con figli compresi tra i 14 e i 19 anni, temono che questi possano essere coinvolti in un incidente stradale, mentre il 31% che facciano uso di droghe o abusino di alcol. Inoltre la recente apertura di locali nei quali poter acquistare cannabis porta 6 intervistati su 10 a pensare che questo possa contribuire ad incrementare la propensione dei giovani a utilizzare sostanze stupefacenti. Dunque appare chiaro come i genitori italiani siano sempre più preoccupati dal rapido diffondersi di droghe e alcol tra i giovani e di come tali consumi incidano anche sulla sicurezza stradale.

2018-12-05T11:30:43+00:00 05-dicembre-2018|In Evidenza, News|0 Comments