Autovelox da preannunciare con segnali a terra

Il Ministero dell’Interno ha emanato una circolare nel quale viene regolamentata la gestione della segnaletica nei casi in cui le forze di polizia intendano utilizzare autovelox mobili per la rilevazione della velocità sulle strade. In particolare si differenziano le modalità di rilevazione sporadica da quelle coordinate dalla Prefettura e frequenti. Nel primo caso, ovvero di rilevazione sporadica e non coordinata, non è sufficiente avvalersi della segnaletica fissa di avvertimento posta a bordo strada ma vanno sistemate anche segnaletiche mobili a terra che preannuncino l’autovelox e poi smontate e portate via dal personale di pubblica sicurezza. Invece se l’attività di rilevamento velocità è coordinata e programmata ci si può avvalere della segnaletica fissa. Naturalmente la finalità di questa circolare è proprio quella di spingere le Prefetture a coordinare le forze dell’ordine sul territorio per programmare interventi su strada al fine di ottimizzare le risorse del personale sempre piuttosto scarso. La stessa circolare chiarisce, infine, che l’auto della pattuglia che effettua il rilevamente non deve necessariamente essere visibile ma è sufficiente che siano visibili gli operatori in divisa.

2017-08-10T10:11:29+00:00 10-agosto-2017|News|0 Comments