Cellulare alla guida, ritiro della patente fino a 6 mesi

La discussione in Commissione Trasporti della Camera ha avuto un importante aggiornamento nella giornata di oggi. Il presidente Michele Meta ha introdotto un emendamento, condiviso e approvato, riguardante l’inasprimento delle pene per gli automobilisti sorpresi con il cellulare alla guida. L’emendamento prevede la sospensione immediata della patente per tre mesi, fino a sei in caso di recidiva e un inasprimento delle sanzioni amministrative. Un provvedimento che detta una linea più dura rispetto alla precedente proposta di sospendere la patente soltanto alla seconda infrazione commessa. Non solo. Viene introdotta una distanza di sicurezza da adottare in caso di sorpasso a ciclisti sulla strada pari a 1,5 metri. Infine verrà reso obbligatorio l’utilizzo di seggiolini con dispositivo anti abbandono di bambini in auto. Sia il presidente di commissione Michele Meta che il viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini si sono detti soddisfatti di questi provvedimenti e della loro condivisione in aula.

2017-07-21T11:00:14+00:00 20-luglio-2017|News|0 Comments