Ddl sull'omicidio stradale, aggiunte nuove specifiche sul reato

Ancora novità, frutto degli emendamenti presentati in Commissione Giustizia al Senato, in merito al Ddl 859 che riguarda l’introduzione del reato di omidicio stradale.

Oltre a quelle precedentemente indicate sembrerebbe che il disegno di legge includa anche la prescrizione raddoppiata e la pena doppia per chi è già stato condannato per guida in stato di ebbrezza “media” o grave o sotto l’effetto di droga. Inoltre si vorrebbe applicare tale reato anche agli incidenti nautici, ma non è improbabile che questa parte venga messa da parte per non rallentare il percorso del Ddl.

Resta centrale la questione che riguarda l’ergastolo della patente, dopo l’insorgere delle proteste da parte delle associazioni che difendono i diritti delle vittime della strada. La pena non è stata inserita direttamente nel testo base perché si attende una valutazione di costituzionalità da parte della Commissione Affari Costituzionali. E’ invece parte integrante degli emendamenti e potrebbe essere inserita già al primo omicidio, mentre oggi è solo per i recidivi. Il reato di omicidio stradale potrebbe infine essere esteso anche alla guida distratta per uso di dispositivi elettronici.

Ora si attendono i pareri delle altre commissioni per votare il testo in Commissione giustizia entro un mese ed arrivare alla votazione in Aula a giugno.

 

 

 

 

2015-04-29T12:39:31+00:00 29-aprile-2015|Giurisprudenza, Senza Categoria|0 Comments