Omicidio stradale Donadio, nuova udienza per l’escussione dei testimoni

Lo scorso 24 febbraio si è svolta, presso il Tribunale di Napoli Nord, l’udienza del procedimento penale che vede sul banco degli imputati l’aviere Francesco Mocerino che la notte del 30 maggio del 2016, sotto effetto di alcol e stupefacenti, travolse ad alta velocità la giovane Anastasia Donadio che stava attraversando la S.S. Sannitica, a Casoria, sulle strisce per raggiungere l’auto con la quale far ritorno a casa dopo una serata con gli amici. L’uomo, coetaneo della vittima, fuggì dopo l’impatto senza prestare soccorso e venne rintracciato poco dopo nella sua abitazione. Attualmente agli arresti domiciliari, per l’imputato era stato inizialmente disposto il giudizio immediato, per via delle prove schiaccianti. Successivamente la difesa dell’aviere chiese il patteggiamento, rigettato così come è stato rigettato il rito abbreviato nell’udienza dello scorso 29 novembre, durante la quale la nostra Associazione si è costituita parte civile, domanda accolta dal giudice. In questa nuova udienza del febbraio scorso in esordio al dibattimento l’imputato ha reso dichiarazioni spontanee sostanzialmente chiedendo perdono per l’accaduto. Il primo teste ad essere escusso è stato il Consulente Tecnico del PM ovvero l’ing. Francesco Pellegrino che ha pienamente confermato la propria relazione, e quindi la piena responsabilità del Mocerino, aggravata per aver commesso il fatto in stato di ebrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Sono stati poi escussi tre agenti intervenuti in seguito al sinistro, che hanno confermato il contenuto dei loro verbali e sono stati acquisiti al fascicolo i rilievi tecnico-fotografici svolti dai Carabinieri.

Il Presidente ha poi aggiornato l’udienza rinviandola al 14 aprile 2017 per la prosecuzione dell’esame dei testi indicati dal PM, del Medico Legale, e dei testi delle Parti Civili.

La famiglia Donadio, difesa dagli avvocati Cantiello, Bencivenga e Annunziatella, continua a trovare nel corso del processo anche il sostegno della nostra Associazione che, in qualità di parte civile, svolgerà tutte le attività processuali essenziali affinché si ottenga Verità e Giustizia.

 

2018-09-20T17:14:20+00:00 03-marzo-2017|News|0 Comments