Sara Scimmi uccisa da un pirata della strada a Castelfiorentino

La morte di Sara Scimmi, 19 anni di Castefiorentino, è ancora avvolta dal mistero. La giovane è stata ritrovata alle 4 del mattino sulla strada regionale 429 ormai senza vita. Su di lei segni di un investimento da parte di un mezzo pesante che però si è dileguato senza prestare soccorso e senza lasciare traccia. Una comportamento che ha reso ancora più dolorosa questa tragedia che ha colpito la famiglia di Sara, ragazza impegnata nel volontariato. La procura è al lavoro per rintracciare il colpevole che dovrà rispondere di omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga del conducente. La sorella Giulia ha chiesto aiuto per facilitare questa ricerca con un post su facebook:

Costituisciti, mia sorella era tutto nella nostra vita. Lei era tutto, tu pagherai per quel che hai fatto. L’unico obiettivo della mia vita adesso è trovarti. Chiedo a chi ha visto o sa qualcosa di parlare, Sara era una ragazza coscienziosa, non sarebbe mai andata da sola sulla 429. Lì c’è stata portata o lasciata. Nessuno ce la ridarà, ma aiutateci a capire“.

Ai familiari di Sara e alla comunità di Castelfiorentino vanno le più sentite condoglianze dell’Associazione Familiari e Vittime della Strada basta sangue sulle strade Onlus per questa disgrazia arrivata all’improvviso.

2017-09-13T10:04:53+00:00 13-settembre-2017|Incidenti|0 Comments