Si torna alle Gomme invernali, dal 15 novembre scatta l’obbligo

Sicurezza non è soltanto avere molti airbag e gli ADAS più evoluti ma è anche preparare l’automobile alle condizioni climatiche avverse. Tenendo d’occhio pochi elementi, dai tergicristalli al liquido lavavetro/lavafari fino all’impianto di raffreddamento (un antigelo di qualità e cambiato regolarmente serve sia nei climi rigidi sia sotto il solleone), un’auto moderna e in buono stato può affrontare tranquillamente un temporale anche violento ma con la neve, il freddo e il ghiaccio non si scherza. Ecco perché dove non arriva il buonsenso (e le informazioni) ci pensa il Codice della Strada, imponendo l’uso delle gomme invernali o delle catene a bordo a partire dal 15 novembre.

PUNTUALI COME O PIÙ DELL’INVERNO
In alcune regioni d’Italia le temperature sono ancora intorno ai 20 gradi ma l’inverno prima o poi arriverà, c’è da scommetterci, e occorre cominciare a pensare alle contromisure per il freddo sulle strade. Dal 15 novembre, su una consistente parte della rete stradale, andrà in vigore l’obbligo di equipaggiare la propria automobile con la “dotazione invernale”. L’obbligo è in realtà scaglionato in diverse date a seconda delle Ordinanze regionali ma, in ogni caso, il Codice della Strada consente agli Enti proprietari ed ai Gestori delle strade di: “prescrivere che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio”. Noterete come la dicitura “gomme da neve” sia scomparsa perché gli “pneumatici invernali” offrono migliori prestazioni durante la stagione fredda, non solo in caso di neve: sappiamo bene che anche se non piove o non nevica, le basse temperature sono nemiche dell’aderenza. Nel video qui sotto troverete un esperto che vi dirà tutto quello che c’è da sapere sulle gomme e sulle loro indicazioni climatiche.

MULTE SÌ, MA PER LA SICUREZZA
È interessante sapere che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con una circolare individuata dal numero di protocollo 1049 del 17 gennaio 2014, ha chiarito che il periodo dell’impiego stagionale dei pneumatici invernali va dal 15 novembre al 15 aprile, un lasso di tempo durante il quale può vigere l’obbligo del montaggio di pneumatici invernali (M+S) o di avere mezzi antisdrucciolevoli a bordo del veicolo. Questi dispositivi possono essere la classiche catene o anche le “calze” purché omologate: le comode e leggere calze, per esempio, devono riportare l’omologazione UNI 11313 oppure On V5117, altrimenti si rischia lo stesso la multa perché si viene considerati privi della dotazione prescritta. In caso di inosservanza le Forze dell’Ordine possono applicare una sanzione che può variare da 85 euro (che diventano 59,50 euro per il pagamento entro 5 giorni) a 338 euro. L’obbligo vale di norma sulle strade extraurbane ma in condizioni difficili o nel caso di previsioni di tempo avverso anche i Sindaci possono emanare ordinanze che obblighino pneumatici da neve o catene a bordo anche nelle aree urbane; in questo caso la sanzione scende, variando fra 41 (entro 5 giorni 28,70 euro) e 169 euro. Riguardo alle misure delle coperture vige comunque la regola generale che impone che sui veicoli debbano essere montati pneumatici con le caratteristiche indicate nella carta di circolazione, ossia gli pneumatici di serie. Esiste però una deroga: nel periodo dell’obbligo possono essere montati pneumatici M+S con codice di velocità più basso, ma non inferiore a “Q” (160 Km/h).

LETTERE E MONTAGNE
I veicoli così equipaggiati devono avere una targhetta ben visibile che ricordi al conducente la velocità massima consentita per i pneumatici montati. Le gomme invernali non di serie possono essere montate un mese prima e smontate un mese dopo rispetto al periodo di vigenza classico; molte altre notizie sono reperibili nel sito pneumaticisottocontrollo.it, a cura di Assogomma e Federpneus.
L’abbiamo citata, ora la esplicitiamo: la marcatura che individua le gomme invernali è la ben nota M+S, riportata sul fianco (la sigla indica Mud & Snow, fango e neve); il simbolo della montagna a 3 cime con il fiocco di neve individua gli invernali con alte prestazionisulla neve, che hanno superato specifici test di omologazione. Oltre alla marcatura, i pneumatici invernali si caratterizzano per il battistrada i cui blocchi hanno una serie di fini intagli, assenti nelle gomme estive. Le gomme M + S e le all season possono essere usate tutto l’anno, come indicato nel video, ma manifestano prestazioni inferiori, su strada asciutta, rispetto alle “estive” e fanno consumare più carburante.

Fonte: sicurauto.it

2017-11-07T13:47:38+00:00 07-novembre-2017|News, Sicurezza, Tecnologia|0 Comments